skip to Main Content

Come comunicare una tragedia in modo responsabile

di Gianluca Comin Nell’era dell’informazione in tempo reale, la comunicazione di un disastro naturale è spesso appiattita su un modello standardizzato e sensazionalistico, che porta a sviluppare indignazione nell’opinione pubblica e che impedisce un’analisi più approfondita della complessità che si cela dietro a un evento calamitoso. Le emozioni del momento rischiano di travolgere qualsiasi tentativo…

Leggi tutto

Inutile e morente: è la stampa politica, bellezza

«La stampa non sarà mai più quella di una volta, a dire il vero la stampa è morta».
Lo sentiamo dire ormai da tempo, spesso dagli stessi giornalisti che contribuiscono a tenerla in vita.

Ma sembra giunto il tempo per la carta stampata di staccare l’ultimo biglietto per il viale del tramonto. Almeno per quanto riguarda il 95% delle campagne elettorali americane, con eccezione di quelle presidenziali.

Investimento senza ritorno. Secondo Bill Fletcher e John Rowley dell’omonima società di consulenza Fletcher-Rowley, specializzata in comunicazione politica, marketing e campagne elettorali, le strategie diearned media non hanno più un ritorno adeguato sull’investimento. E il ragionamento vale per quasi tutti i media, tradizionali e non.

comunicazione politica

Netta perdita di influenza. In ritardo rispetto agli States, anche i nostri giornali stanno risentendo profondamente della perdita di influenza sugli elettori italiani, nonostante la ricerca di spazio sulla carta stampata rimanga uno degli obiettivi primari di ogni politico che si rispetti. 

Leggi tutto
Back To Top